FEBBRAIO 18 - Parrocchia dello SPIRITO SANTO MODENA

PARROCCHIA DELLO SPIRITO SANTO MODENA
Instaurare omnia in CHRISTO era il motto episcopale di S.Pio X, questo è il compitp della Chiesa e del nostro sito.
Vai ai contenuti
STORIA > pagine fantasma > RECENSIONI SARA CUOGHI > recensioni 2018
FEBBRAIO 2018

Made in Italy
Reggio Emilia. Riko lavora in una ditta che insacca salumi. Ha una moglie, Sara, qualche avventura extra coniugale e un figlio ormai cresciuto che cerca l'autonomia dai genitori. Riko è fondamentalmente un uomo onesto (così lo considerano gli altri) messo a confronto con un presente in cui la precarietà sembra essere diventata l'unica norma: nei sentimenti, nel lavoro, nel domani.
Tematiche: famiglia, lavoro, morale.
Giudizio: film in cui viene lanciato il messaggio che se nella vita pubblica sei “una brava persona”, allora nel tuo intimo, nelle tue relazioni più personali puoi essere ciò che vuoi in quanto è “meno grave”. Come se il mondo fosse fatto di bianco e nero e non soltanto di grigi, che sono dentro ad ognuno di noi e vengono rappresentati da ogni nostra contraddizione, che abbiamo l’obbligo di correggere.
Chiamami col tuo nome
Estate 1983, tra le province di Brescia e Bergamo, Elio Perlman, un diciassettene italoamericano di origine ebraica, vive con i genitori nella loro villa del XVII secolo. Un giorno li raggiunge Oliver, uno studente ventiquattrenne che sta lavorando al dottorato con il padre di Elio, docente universitario. Elio viene immediatamente attratto da questa presenza che si trasformerà in un rapporto che cambierà profondamente la vita del ragazzo.
Tematiche: gioventù, rapporti trans generazionali.
Giudizio: pellicola tratta dall’omonimo libro di Andrè Aciman nominato a numerosi premi, tra cui miglior film. Tendenzialmente abbastanza cupo come tenore e messaggio.

Il vegetale
Fabio Rovazzi è un 24enne neolaureato in Scienze della Comunicazione che vive nella Milano "con vista sul futuro". Fabio è alla ricerca di un impiego che rispetti i suoi criteri etici, ma sa che il suo punto debole è la fiducia, tanto quella in se stesso quanto quella (per lo più mal riposta) negli altri. Il suo coinquilino pugliese Nicola, invece, ha ben presente la situazione della loro generazione e si accontenta di fare il fattorino per un ristorante giapponese.
Tematiche: lavoro, amicizia, sottoccupazione, immigrazione.
Giudizio: film banale che mette in luce una situazione certamente vera e seria

L’ora più buia
Gran Bretagna, 1940. È una stagione cupa quella che si annuncia sull'Europa, piegata dall'avanzata nazista e dalle mire espansionistiche e folli di Adolf Hitler. Il Belgio è caduto, la Francia è stremata e l'esercito inglese è intrappolato sulla spiaggia di Dunkirk. Dopo l'invasione della Norvegia e l'evidente spregio della Germania per i patti sottoscritti con le nazioni europee, la camera chiede le dimissioni a gran voce di Neville Chamberlain, Primo Ministro incapace di gestire l'emergenza e di guidare un governo di larghe intese. A succedergli è Winston Churchill, con buona pace di re Giorgio VI e del Partito Conservatore che lo designa per soddisfare i Laburisti.
Tematiche: storia, politica, novecento.
Giudizio: film storico sempre affascinante.
L’uomo sul treno: the commuter
Michael MacCauley è un pendolare che da circa vent'anni, tutti giorni feriali, si reca a New York, finché non perde il lavoro presso una importante compagnia di assicurazioni. Prima era un agente di polizia e ha ancora amici nel dipartimento, tanto che confessa la sua disgrazia all'ex partner e aspetta invece di tornare a casa per dirlo alla moglie. Sul treno del ritorno incontra però una donna misteriosa che gli offre centomila dollari in cambio della sua collaborazione: vuole che trovi una persona di cui sa solo che non si tratta di un passeggero abituale.
Tematiche: thriller, disoccupazione, famiglia.
Giudizio: thriller che si svolge in un ambiente chiuso e che ne aumenta così la concentrazione di azione e tensione.
Downsizing
Nella Norvegia a tutta sostenibilità, uno scienziato trova la soluzione per risolvere il problema della sovrappopolazione: rimpicciolire gli esseri umani. Soltanto così l'umanità miniaturizzata tornerebbe ad essere sostenibile per il pianeta. Ma diversamente dalla prima colonia norvegese, trentasei persone che hanno deciso di ridimensionarsi per il bene del mondo, chi sceglie di sottoporsi al trattamento sogna soltanto in grande dentro spazi più piccoli. Paul Safranek, uomo ordinario dal destino ordinario, decide per il benessere e una vita migliore con la consorte in una delle ricche small town che sorgono rapidamente negli States. Convertiti i debiti in ricchezza e il suo metro e ottanta in dodici centimetri, Paul infila il suo piccolo grande destino.
Tematiche: commedia, sovrappopolazione.
Giudizio: commedia divertente con un Matt Damon di nuovo in veste di attore
Torna ai contenuti