SACERDOTI - Parrocchia dello SPIRITO SANTO MODENA

INSTAURARE OMNIA IN CHRISTO
Vai ai contenuti
STORIA
Mons. Costantino Bortolotti
Nato nel 1906 e consacrato sacerdote nel 1930, per molti anni fu Parroco di Lago e Frassinoro, paesini dell’Appennino modenese. Negli anni ‘70, oltre a svolgere un servizio amministrativo negli uffici diocesani, prestava il suo ministero pastorale come collaboratore della Parrocchia della Madonna Pellegrina in Modena. Fu in questa veste che iniziò a celebrare la Messa nel nostro quartiere, dove nei locali di Via Mantegna, anche grazie a lui, fu promossa l’istituzione della Parrocchia dello Spirito Santo (1° gennaio 1979). In essa Mons. Bortolotti continuò il suo impegno per le Messe, le confessioni e i malati. Al suo interessamento si deve la scelta del progetto dell’attuale Chiesa. Diresse i lavori di costruzione fino al 1985, e si occupò del servizio religioso alla Casa di Cura “Villa Rosa”. Morì il 16 agosto 1989.

Don Gianni Michelini
Don Gianni Michelini, nato il 30 gennaio 1940 a San Pietro in Elda, ordinato sacerdote il 29 giugno 1963. È stato Vicario Parrocchiale di Vignola (1963-64) e di San Giuseppe nel Tempio dei Caduti in Modena (1964-68); nel 1968, per qualche mese, Amministratore Parrocchiale di Montecreto, poi Vicario Parrocchiale di Finale Emilia per dieci anni, fino al 1978; e per due anni Vicario Coadiutore di Fiorano. Nel 1979 è stato nominato primo Parroco della Parrocchia dello Spirito Santo in Modena, incarico che ha ricoperto fino al 1983, quando ha chiesto e ottenuto di partire missionario.
È stato collaboratore della Diocesi di Goias (Brasile) fino al 1985. Tornato in Italia è stato Amministratore Parrocchiale di San Giuseppe Artigiano in Modena per due anni. Nel 1987 è partito definitivamente per il Brasile, incardinandosi nella Diocesi di San Paolo.
Tornato in visita a Modena, è stato investito da un autobus ed è morto il 27 ottobre 2011.
Mons. Ettore Pini
Mons. Ettore Pini, nato il 2 settembre 1930, ordinato sacerdote il 19 giugno 1955. È stato Segretario Arcivescovile dal 1957 al 1982, poi Parroco di S. Agostino in Modena fino al 1985. Fino al 2002 è stato collaboratore della nostra Parrocchia, nel cui territorio risiedeva.
È Cancelliere Arcivescovile, Giudice del Tribunale Ecclesiastico Regionale Emiliano e Canonico del Capitolo Metropolitano. Presta servizio come collaboratore domenicale presso la Parrocchia di San Giuseppe nel Tempio Monumentale.
Mons. Renzo Bisi
Mons. Renzo Bisi, nato a Modena il 16 novembre 1919, ha svolto gran parte della sua attività sacerdotale nei paesi della nostra montagna: è stato aiutante del Parroco di Pievepèlago, Parroco a Rotàri e per un ventennio Rettore del Seminario di Fiumalbo, ora chiuso. Ha trasmesso a molti preti che lo hanno conosciuto in seminario il suo grande amore per la montagna e la sua gente. È stato valente sciatore e profondo conoscitore dei sentieri e delle cime dell’Appennino Tosco-Emiliano ed ha frequentato molto anche le nostre Alpi.
È stato Canonico del Capitolo Abbaziale di Nonàntola ed Economo del Seminario Metropolitano di Modena. Nell’autunno del 2003 è stato collaboratore nella nostra Parrocchia. È morto il 24 marzo 2004 a seguito di un incidente stradale.
Padre Pablo Gonzales
Padre Pablo Gonzales, sacerdote originario del Messico, per alcuni anni ha prestato servizio nella nostra Parrocchia insieme ad alcuni suoi confratelli dei Legionari di Cristo. Questa congregazione religiosa si dedica all’apostolato missionario, studentesco e giovanile ed è presente in molti Paesi; in Italia ha due seminari ed una università.
Padre Carlo Beaulieu
Nato in Canada, è stato ordinato sacerdote nel 1987 e appartiene alla Congregazione religiosa dei Fratelli di San Giovanni. Questa Congregazione, fondata in Francia, ha due case religiose nella nostra regione: una a Bologna ed una a Finale Emilia, al Santuario degli Obici.
Dall’ottobre del 2008 Padre Carlo abita presso la nostra parrocchia e presta il suo servizio sacerdotale per metà allo Spirito Santo e per metà a Montale Rangone. Tutti abbiamo già avuto modo di conoscerlo e di stimarlo. E' rimasto con noi fino al mese di novembre del 2011


Torna ai contenuti