Parrocchia dello SPIRITO SANTO MODENA

PARROCCHIA DELLO SPIRITO SANTO MODENA
ISTAURARE OMNIA IN CHRISTO (Ef.1,10)
Ricondurre al Cristo, unico capo, tutte le cose. Era il motto di S.PIO X che questo sito fa proprio  
Vai ai contenuti
NEWS

PER PREGARE
ottobre novembre
TOMBOLATE IN PARROCCHIA
Domenica ore 15.30 clicca qui
riprenderanno in OTTOBRE
QUI IL VIDEO DELL'ULTIMO APPUNTAMENTO 19.01.19
Clicca qui per aprire i Video delle conferenze.
DOMENICA 24 NOVEMBRE 2019 sarà la FESTA DI CRISTO RE.
Nella nostra Parrocchia c'è la tradizione di rivestire il grande Crocifisso con i paramenti sacerdotali. Questa festa è stata istituita dal Papa Pio XI, il giorno 11 dicembre 1925 a conclusione dell'anno santo.
Achille Ratti, questo il nome di Papa PioXI aveva come suo motto episcopale: "PAX CHRISTI IN REGNO CHRISTI".
Questa idea sottostà a tutta l'enciclica in cui partendo da numerosi testi dell'antico e del nuovo testamento, e soprattutto dalla lettera ai Colossesi, (cap 1) in cui si afferma che tutte le cose sono state create per mezzo di Cristo e in vista di Lui. L'enciclica infatti insegna che anche i popoli non cristiani e non battezzati, sono sottomessi alla Signoria di Gesù, perchè anch'essi essendo stati creati per mezzo di Lui, hanno in Lui la causa formale efficiente e finale.
Tocca ad ogni membro della Chiesa rendere concreta e visibile questa Signoria portando ogni uomo con l'annuncio del Vangelo ad entrare nell'unica Chiesa. Non va dimenticato che l'enciclica "QUAS PRIMAS" è un testo chiaro di magistero pontificio, quindi ancora valido. Altre spiegazioni, sono possibili solo se in armonia e continuità con quanto qui viene affermato.
Curiosita': Se qualcuno pensasse che Pio XI era un uomo "dal collo torto" cioè un bigotto che voleva obbligare tutti a diventare cristiani, ricordi che fu il giovane Don Achille Ratti insieme ad un compagno ad aprire la via normale di salita al monte bianco dal versante italiano.

Un nuovo umanesimo cioè un modo nuovo di pensare l'uomo.
Ne ha parlato il presidente del consiglio Giuseppe Conte presentandolo come lo scopo del suo governo, 2 settimane dopo ne ha parlato il Papa il 12 settembre 2019 con un video messaggio in cui si dice che serve un patto educativo globale che ci educhi alla solidarietà universale per un nuovo umanesimo, un alleanza educativa tra gli abitanti della terra e la casa comune alla quale dobbiamo cura e  rispetto. Un'alleanza generatrice di pace giustizia accoglienza tra tutti i popoli.
Ma può esistere per un cristiano un umanesimo nuovo ? cioè un modo di pensare l'uomo diverso da come l'ha pensato Dio creandolo e soprattutto dando in Cristo il modello ? l'uomo nuovo Gesù rivolto a Dio a lui unito e da lui dipendente con una dipendenza di amore per questo suo identificarsi con Dio Gesù è capace di solidarietà universale e ci può portare verso quella solidarietà auspicata dal Papa, se non si spiega che il nuovo umanesimo non significa un'altra concezione di uomo staccato da Dio, ma il prendere ancora come modello Cristo, si cade in una grande ambiguità.
Infatti l'espressione nuovo umanesimo non nasce in ambito ecclesiale. Esso viene dalla massoneria, che vuole rifare il mondo togliendo Dio e mettendo l'uomo al centro dell'universo, spodestando Dio e facendo diventare l'uomo l'arbitro che decide con libertà illimitata del bene e del male.
Di questo progetto appunto chiamato nuovo umanesimo ha parlato nel secolo scorso un filosofo francese ateo Edgar Morin tuttora vivente ma il nuovo umanesimo aveva parlato anche nella seconda metà dell 800 in un libro intitolato essenza del cristianesimo il filosofo ateo e massone Ludwig Feuerbach (1804 1872) quando insegnava come distruggere il cristianesimo. Scriveva "l'uomo sarà felice solo quando avrà finalmente ucciso quel cristianesimo che gli impedisce di essere uomo ma non sarà attraverso una persecuzione che si distruggerà il cristianesimo che semmai la persecuzione lo alimenta e rafforza sarà poi verso di irreversibile trasformazione del cristianesimo in umanesimo ateo con l'aiuto degli stessi cristiani guidati da un concetto di carità che nulla avrà a che fare con il Vangelo".
Per questo l'espressione che sembra innoqua è in realtà molto pericolosa, perché presuppone una visione in cui non è più Dio al centro, ma l'uomo che reclama di fare quello che vuole prescindendo da Dio.
Le varie leggi contro i principi non negoziabili nel campo della famiglia, della vita aiuto al suicidio, nessuno i frutti velenosi.
Meglio per noi usare l'espressione umanesimo cristiano che è l'unico che realizza veramente l'uomo se mai vogliamo proprio usare l'altra nuovo umanesimo occorre spiegare che tutto dipende da Dio e che l'uovo non può farne a meno.
Anche quest'anni in Parrocchia ci saranno 7 incontri nel pomeriggio della Domenica di CATECHESI PER ADULTI E "GIOVANI GRANDI"
ESSERE CRISTIANI NEL CAMBIAMENTO D'EPOCA
In un cambiamento d'epoca come l'attuale in cui i valori del passato sono entrati in crisi e dominano confusione, incertezza  e paura per il mondo che sarà si fa più urgente per gli uomini trovare delle solide basi su cui fondare il proprio presente e la speranza per il futuro.
Anche per i cristiani un cambiamento d'epoca richiede chiarezza su quello che la fede ci trasmette come vero e immutabile nel tempo, come roccia su cui costruire la casa della nostra vita.
Con l'aiuto della Lettera di S.Paolo ai Romani vogliamo accettare la sfida e dimostrare che il vero cambiamento, la vera novità anche per il futuro del mondo è la fede in Gesù Cristo.
  1. Domenica 13 Ottobre 2019. Essere cristiani nel cambiamento d'epoca: la novità perenne del cristianesimo
  2. Domenica 10 Novembre 2019 Di che Dio si parla. Chi è il Dio dei Cristiani.
  3. Domenica 1 Dicembre 2019     La natura, mondo, uomo, creazione,  peccato.
  4. Domenica 19 Gennaio 2020     Uomini e Dio. Legge, peccato, fede
  5. Domenica 16 Febbraio 2020    La condizione umana. Bontà, cattiveria, morte, salvezza.
  6. Domenica 8 Marzo 2020            La fede che salva grazia e opere
  7. Domenica 29 Marzo 2020         Il culto spirituale sacrementi e vita della Chiesa.
Il tema sarà svolto seguendo lo svolgimento dei primi 11 capitoli della Lettera di S.Paolo apostolo ai Romani, cercando di paragonars con gli interrogativi i problemi le difficoltà che sperimentiamo nella nostra esperienza quotidiana di fede.

IL RISCALDAMENTO GLOBALE E LA FINE DEI GHIACCIAI

Se in qualunque motore di ricerca inseriamo la parola " 500 scienziati contro Greta" escono decine di articoli che ridimensionano scientificamente l'allarmismo al quale il pensiero unico ci ha portato. Dal che si deduce che e ferree certezze degli ambientalisti e di certi ambienti ecclesiastici, sono discutibili. Certo direte voi non siamo sicuri. Ma non è questo il punto. Ciò che da fastidio è che un pensiero più moderato sul riscaldamento globale venga sistematicamente nascosto all'opinione pubblica, dai mezzi di comunicazione sociale, dai politici e anche dalla Chiesa che parla più spesso di clima che di salvezza delle anime.
E' necessario un confronto libero in cui le diverse opinioni (quelle pro atastrofe e quelle contro) possano dibattere come nelle grandi dispute medievali nelle quali vinceva chi portava argomenti più convincenti. Oggi potremmo dire più scientifici. Inv ece su questo tema domina il pensiero unico. Greta ha detto che siamo alla catastrofe, le nazioni unite l'hanno accolta come un eroe e la Chiesa stessa non si pone alcun dubbio.
E' tornato di moda l'"olio di ricino" si dava materialmente a coloro che dissentivano dal pensoero imposto. Oggi c'è un olio ben èiù letale. Consiste nel far passare come antiscientifici cioè babbei coloo che si pongono una qualche domanda.
Clicca qui per aprire uno dei tanti articoli che circolano.
IN CAMPEGGIO SULLE ORME DI PIERGIORGIO FRASSATI
ATTIVITA' DELLA CARITAS PARROCCHIALE.
Continua l'impegno della nostra parrocchia, insiema ad altre quattro della zona per pagare l'affitto di una famiglia di conque persone di profughi siriani cristiani provenoenti da Aleppo. L'impegno preso per tre anni, è di 1.500 euro annuali. La parrocchia sta ospitando un altro profugo nei sui locali come soluzione temporanea. Resta sempre molto attiva la distribuzione di aiuti alimentari a famiglie che lo chiedono.
Il sincretismo religioso, cioè il ritenere che tutte le religioni siano ugualmente vere e buone è il pilastro fondamentale della religione umanitaria cara alla massoneria.
Essa proclama che  l’uomo basta a se stesso, dandogli una sensazione di onnipotenza. E’ lui che decide ciò che è bene e ciò che è male a seconda delle diverse situazioni storiche ed è lui che con le sue azioni virtuose costruisce un mondo rinnovato. E’ lui che con la tecnica allontana i mali e le catastrofi. leggi tutto
V O C A Z I O N I un bel video
Torna ai contenuti