APRILE 17 - Parrocchia dello SPIRITO SANTO MODENA

INSTAURARE OMNIA IN CHRISTO
Vai ai contenuti
STORIA > pagine fantasma > RECENSIONI SARA CUOGHI
APRILE  2017
Classe Z
Il preside, i professori, i rappresentanti dei genitori e degli studenti sono riuniti in consiglio per decidere se procedere o meno con un provvedimento disciplinare nei confronti di Marco Andreoli, giovane professore di italiano che ha abbandonato la sua classe - la quinta H di un liceo scientifico romano - a poca distanza dall'esame di maturità. Ma sono proprio i suoi ex studenti a irrompere nel consesso per difendere la reputazione del professor Andreoli e chiedere che venga reinserito nell'organico. I ragazzi raccontano come la loro classe sia il ghetto in cui la "scuola come azienda" ha relegato i "diversi", ritenendoli spacciati.
Tematiche: commedia, classe ghetto, educazione-maleducazione.
Giudizio: il sottotitolo è “zero regole, zero studio,zero in condotta”. Tentativo di riscattare una parte di ragazzi giudicati come falliti ma commedia poco incisiva e poco divertente.
 
Il permesso, 48 ore fuori
Dal carcere di Civitavecchia escono con un permesso di 48 ore 4 detenuti: Rossana, 25 anni, arrestata in aeroporto per traffico di cocaina, il cinquantenne Luigi, condannato per duplice omicidio che ha già scontato 17 anni di pena, Angelo, venticinquenne finito in prigione per una rapina compiuta con complici che non ha mai denunciato, e Donato, 35 anni, condannato pur essendo innocente. Le due giornate verranno utilizzate da ognuno di loro per cercare di ritrovare e ritrovarsi nelle realtà che hanno lasciato da tempo.
Tematiche: detenzione, libertà, famiglia, amicizia, vita.
Giudizio: film noir molto interessante ed istruttivo, che rappresenta bene il vissuto dei detenuti.
 
La verità, vi spiego, sull’amore
La vita di Dora (Ambra Angiolini) è finita sottosopra quando il compagno Davide (Massimo Poggio) l'ha lasciata dopo sette anni di relazione e due figli: Pietro, di cinque anni, e Anna, di uno. Sballottata tra i bambini e il lavoro, Dora si rifiuta di elaborare il lutto sentimentale, finché non arriva il momento di raccontare la verità a Pietro, il quale crede ancora che il papà sia via solo per lavoro. Dora, spronata dall'amica Sara (Carolina Crescentini), trova finalmente la forza di reagire. Il primo passo è riappropriarsi del proprio tempo assumendo l'insolito babysitter Simone (Edoardo Pesce), poeta-bidello e nuovo fidanzato di Sara.
Tematiche: commedia, amore, famiglia, separazione.
Giudizio: film superficiale, sconsigliato.
 
Il viaggio, the journey
Due uomini chiusi in una Mercedes sotto la pioggia scozzese. Hanno poche ore per ultimare un gesto destinato a cambiare la Storia: mettere fine alla guerra civile che da decenni ha insanguinato l'Irlanda del Nord. Nonostante le resistenze politiche e una manifesta avversione reciproca, il reverendo Ian Paisley leader del Partito Unionista Democratico e Martin McGuinnes del Sinn Féin trovano in quella giornata del 2006 un accordo di pace, sofferto ma tuttora duraturo.
Tematiche: storia, pace, guerra.
Giudizio: film consigliato, idea originale oltre che pagina della storia.
 
17 anni (e come uscirne vivi)
Crescere non è facile e certe stagioni sembrano non passare mai, specie quella attorno ai diciassette anni, età di confine e crogiolo di aspettative, delusioni e infiniti rilanci. In questo panorama, l'unico conforto della tormentata Nadine è la sua migliore amica, Krista, apparsa come un faro nella sua vita nel momento più buio e mai più abbandonata. Quando, però, Krista si fidanza con suo fratello, l'essere che Nadine più invidia e disprezza, anche quell'amicizia speciale sembra arrivata al capolinea. Nonostante la sofferenza e la solitudine, infatti, Nadine non sembra disposta a perdonarla.
Tematiche: adolescenza, amicizia, amore, famiglia.
Giudizio: film di scarso spessore per ragazzi adolescenti che possono sentirsi sicuramente rappresentati.
 
.Libere disobbedienti innamorate
Tre ragazze palestinesi condividono un appartamento a Tel Aviv, al riparo dallo sguardo della società araba patriarcale. Leila è un avvocato penalista che preferisce la singletudine al fidanzato, rivelatosi presto ottuso e conservatore, Salma è una DJ stigmatizzata dalla famiglia cristiana per la sua omosessualità, Noor è una studentessa musulmana osservante originaria di Umm al-Fahm, città conservatrice e bastione in Israele del Movimento islamico. Noor è fidanzata con Wissam, fanatico religioso anaffettivo che non apprezza l'emancipazione delle coinquiline della futura sposa. Ostinate e ribelli, Leila, Salma e Noor faranno fronte comune contro le discriminazioni.
Tematiche: femminismo, cultura, religione, tradizioni, famiglia.
Giudizio: film che farà certamente cultura, banalizzando un tema (l’emancipazione femminile soprattutto nelle altre culture) che merita riflessioni ben più profonde ed arricchenti.


 
Torna ai contenuti